«

»

ERRARE E’ UMANO, PERSEVERARE E’….(A VOI IL GIUDIZIO)

cambiamo veduggioCome quello dell’anno scorso, anche il bilancio previsionale 2015, approvato lo scorso luglio con il voto contrario delle opposizioni, non tiene conto delle nostre proposte, con la conseguenza che l’Amministrazione Comunale ha fatto spendere inutilmente ai cittadini di Veduggio circa 130.000 Euro in due anni (circa 120 Euro per una famiglia di quattro persone). Avevamo proposto (i dettagli sono nel nostro articolo di Veduggio Informa di Giugno) una rimodulazione della tassazione IMU-TASI fin dallo scorso bilancio che avrebbe comportato un maggior gettito nelle casse comunali (circa 60/70 mila euro) e, contestualmente, avrebbe potuto consentire un risparmio per i cittadini. La giustificazione dell’Amministrazione è stata: ”mancanza di tempo e difficoltà nella rimodulazione degli attuali criteri di tassazione”. Quindi era possibile farlo… ma, ahinoi, non l’hanno fatto! I casi sono due: ci troviamo di fronte o ad una costante incapacità amministrativa o ad una grande mancanza di rispetto per i cittadini. Non è sostenibile, tantomeno accettabile, soprattutto in questi tempi, un atteggiamento simile.

Anche quest’anno ci viene presentato un bilancio preventivo, approvato nella seconda metà dell’anno (alla faccia del “preventivo”!), contenete delle cifre relative a investimenti che sembrano messe lì a caso, scollegate da progetti e (neanche) da studi di fattibilità di massima. Alla faccia della progettualità tanto sbandierata. Si ipotizzano cifre (Euro 1.000.000?) per la ristrutturazione della vecchia scuola elementare (destinata a diventare un nuovo centro civico), senza uno straccio di studio di fattibilità. Ristrutturazione ritenuta più conveniente rispetto a una nuova costruzione, sulla base di (affermazione fatta in consiglio comunale) un parere di un professionista esterno incaricato, della cui relazione però ad oggi non vi è nessuna traccia. Oltretutto di tutte le cifre sparate più o meno a caso (non solo sull’anno 2015, ma anche negli anni 2016 e 2017) l’Amministrazione afferma che, in funzione del patto di stabilità, allo stato attuale è possibile spendere solamente 159.000 Euro. Senza, inoltre, che nessuno di tali presunti progetti sia passato dalle apposite commissioni. Aggiungiamo ancora che sommando gli avanzi di amministrazione del 2013 e del 2014 il Comune ha circa 1.200.000 Euro che, proprio in funzione del patto di stabilità, non può spendere. Se guardiamo invece la cassa, ci sono circa 2 milioni di Euro disponibili (tenendo conto dei residui). Visto che questi soldi non rendono nulla (tasso attivo inferiore all’1%) e nel contempo paghiamo interessi per mutui in essere (mediamente del 6%) abbiamo proposto di utilizzarli per chiudere almeno parte dei mutui. Ci è stato risposto che i conti da noi ipotizzati non sono reali ma in realtà l’argomento verrà approfondito nell’ottobre di quest’anno. Ora, visto che la nostra proposta risale allo scorso anno, perché perdere un anno per analizzare nello specifico la situazione e rischiare di perdere altri soldi in interessi passivi?

Questo secondo bilancio estremamente deludente rappresenta le scelte di questa Amministrazione arrogante che quando era all’opposizione si lamentava, a suo dire, del mancato coinvolgimento nelle scelte amministrative ed adesso informa i consiglieri comunali e le commissioni a cose fatte, attraverso i giornali.

 

FacebookTwitterGoogle+Condividi